Pareti e facciate ventilate

Facciate ventilate in gres porcellanato

Questo sistema di rivestimento della parete, originariamente diffuso nei paesi nordici, sta riscontrando un grande successo tra i progettisti in relazione alle indubbie qualità di isolamento termico, che consente un significativo miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio in riscaldamento e raffreddamento.

L’uso della facciata ventilata migliora anche l’isolamento acustico, collaborando così alla certificazione dell’edificio, inoltre permette di proteggere dagli eventi atmosferici l’immobile e consente una ristrutturazione completa dello stesso senza ricorrere a pesanti interventi murari.

Come funziona la facciata ventilata?

Sulla struttura muraria originale viene posta una struttura metallica e un eventuale strato isolante. Le piastrelle vengono agganciate tramite staffe (che possono essere a vista o a scomparsa) a questa struttura metallica, in modo tale da creare un’intercapedine di aria tra pannelli isolanti e piastrelle stesse.

Questa distanza tra i due rivestimenti permette il passaggio dell’aria tramite un “effetto camino”, un’efficace ventilazione naturale che consente alla parete interna di traspirare, contribuendo al raffrescamento dello stabile, mentre, se la circolazione d’aria viene annullata, si ottiene un effetto di isolamento termico nei mesi invernali.
La facciata ventilata realizzata con piastrelle è pertanto composta da:

  • La parete muraria originale
  • Una struttura metallica portante agganciata alla parete
  • Le piastrelle di rivestimento esterno
  • Uno strato isolante opzionale, agganciato al muro

Una facciata ventilata realizzata con le piastrelle di Ceramiche Refin, offre pertanto indubbi vantaggi sia in termini funzionali che estetici rispetto alle facciate realizzate con tecniche tradizionali.

Nuove piastrelle Refin